Ati3 Monitoraggio

Atlante dei prodotti tipici

archeologia dell’acqua

NEWS per categoria

Calendario News

giugno: 2016
L M M G V S D
« mag    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Link al vecchio sito

ATO Umbria 3
ATO Umbria 3

Foligno – Madonna di Foligno, visita amministratore delegato Scaroni a mostra

“E’ un successo nazionale non solo umbro”. Così l’amministratore delegato di Eni, Paolo Scaroni ha commentato oggi a Foligno i risultati dei primi giorni di afflusso dell’esposizione straordinaria della Madonna di Foligno di Raffaello, oltre diecimila presenze in neanche tre giorni. L’opera, esposta a Milano, a palazzo Marino, ha fatto tappa, nella via di ritorno verso i musei vaticani, a Foligno, che l’ha ospitata per 232 anni, proprio nel monastero di Sant’Anna. Sarà visitabile fino al 26 gennaio (9-19,30, in via dei Monasteri)

L’amministratore delegato di Eni ha ricordato l’iniziativa del gruppo  di proporre mostra al pubblico al pubblico “con una sola opera: è un modo un po’ diverso di presentare un capolavoro. Si tratta di un investimento di impatto economico limitato ma che produce grandi risultati in termine di immagine”.

Scaroni, prima del suo arrivo alla mostra è stato ricevuto in Comune dal sindaco Nando Mismetti, presenti, tra gli altri, il vescovo, mons. Gualtiero Sigismondi, Stefano Lucchini, direttore relazioni internazionali e comunicazione Eni il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno, Alberto Cianetti, il presidente dell’Ente Giostra della Quintana, Domenico Metelli, il portavoce del Sacro Convento, padre Enzo Fortrunato. Il sindaco Mismetti ha ringraziato Scaroni per il “dono fatto alla città con una mostra che ha un grande significato culturale ma anche spirituale”. Scaroni ha ricevuto l’omaggio della copia della prima edizione a stampa della Divina Commedia, pubblicata per la prima volta a Foligno nel 1472, mentre ha regalato al sindaco i gemelli con il simbolo dell’Eni. Scaroni ha poi visitato la sala del Consiglio comunale dove ha chiesto informazioni sui folignati illustri della città (l’architetto Giuseppe Piermarini, progettista della Scala e il pittore Nicolò Alunno, peraltro non raffigurati negli affreschi della sala consiliare). Dopo essersi intrattenuto alla mostra e a colloquio con i giornalisti, ha fatto ingresso nel monastero dove suor Rosa gli ha mostrato il coro, dove è sempre stata collocata l’opera di Raffaello. Le religiose hanno offerto poi all’ospite anche limoncello e biscotti. Al termine Scaroni è stato accompagnato alla  chiesa della santissima Trinità dell’Annunziata dove è presente l’opera “Calamita cosmica” di Gino De Dominicis.