Ati3 Monitoraggio

Atlante dei prodotti tipici

archeologia dell’acqua

NEWS per categoria

Calendario News

ottobre: 2017
L M M G V S D
« Feb    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031  

Link al vecchio sito

ATO Umbria 3
ATO Umbria 3

GESTIONE PUBBLICA DELL’ACQUA NELL’ATI 3

 

 

 

Una importante decisione è stata assunta nell’Assemblea dei Sindaci dell’ATI3  nella riunione del 20 maggio 2010: quella di mantenere la gestione pubblica del servizio idrico integrato nei 22 Comuni che compongono l’ATI3.

 

La decisione come noto trae origine dal recente intervento legislativo nazionale operato con l’art. 15 della legge 166/2009  il quale dichiara decaduti gli affidamenti diretti alle date del 31 dicembre 2010 o 2011, secondo se erano conformi o meno al diritto comunitario per il controllo analogo, ed impone l’affidamento dei servizi pubblici (acqua e rifiuti in particolare) quasi esclusivamente con gara pubblica ove sia previsto la presenza dei privati con almeno il 40% della quota societaria.

 

 L’unica possibilità di mantenere la gestione pubblica affidata direttamente  è quella di avere ottenuto risultati di bilancio e di tariffa migliori della media nazionale o di svolgere una gara alla quale partecipi una società interamente pubblica con l’auspicio ovviamente che essa risulti vincitrice della gara.

 

Nell’ATI3 oltre a sussistere la condizione di risultati gestionali e tariffe migliori (nell’ottica dell’utente) della media nazionale, è stato espresso un giudizio altamente positivo proprio dagli utenti sulla gestione pubblica del servizio.

 

Infatti  da una indagine di customer satisfaction su  un campione scientificamente rappresentativo di 1800 intervistati direttamente  tra gli utenti dell’ATI 3 e presentato nella Conferenza annuale sullo stato dei sevizi pubblici locali tenutasi il 14 maggio scorso in Foligno, è emerso che ben l’86% degli intervistati è soddisfatto del costo-qualità del servizio idrico.

 

E’ questo un risultato di grande soddisfazione per le Istituzioni locali, per il gestore Vus spa e per  i cittadini, dai quali l’Assemblea dei Sindaci ha tratto la conferma di proseguire a ragione sulla gestione pubblica del servizio.

 

Allo scopo  si è deciso di costituire un Gruppo di lavoro tecnico per presentare proposte operative al fine di mantenere la gestione pubblica  sia con la formula dell’in house, cioè dell’affidamento diretto del servizio a società interamente pubblica, sia tramite gara alla quale partecipi una società interamente pubblica partendo ovviamente dal ramo acqua della attuale Vus spa.

 

Foligno, 24 maggio 2010                                     

 

                                                                  L’ASSEMBLEA DEI SINDACI DELL’ATI 3