Ati3 Monitoraggio

Atlante dei prodotti tipici

archeologia dell’acqua

NEWS per categoria

Calendario News

giugno: 2016
L M M G V S D
« mag    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

Link al vecchio sito

ATO Umbria 3
ATO Umbria 3

Spoleto – Nuova ordinanza per decoro urbano e sicurezza

Contiene norme più rigorose per la custodia dei cani

Maggiore decoro dell’ambiente urbano, mantenimento dell’igiene pubblica e disposizioni più rigorose per garantire un comportamento civile e responsabile da parte proprietari dei cani a favore della sicurezza dei cittadini.

Queste le motivazioni alla base dell’ordinanza emessa dal Sindaco Daniele Benedetti che fa seguito alle numerose segnalazioni e lamentele in materia di abbandono di deiezioni solide dei cani su suolo pubblico, con conseguenti rischi per la salute dei cittadini.

Per combattere un  disagio crescente, legato alla sempre maggiore presenza di cani nei luoghi pubblici, che, se non accompagnata ad un comportamento civile e responsabile dei loro conduttori, pregiudica la vivibilità delle aree stesse e la sicurezza sia dei frequentatori che quella degli stessi animali, l’ordinanza impone ai proprietari “di assicurare la custodia dei loro cani” e di “adottare tutte le misure adeguate per evitare la fuga e per prevenire situazioni di pericolo in danno di altri animali o di cittadini”. Inoltre “i cani a custodia di abitazioni, fabbricati (aziende) o giardini e degli edifici rurali non possono essere lasciati liberi, salvo che l’edificio o il luogo da vigilare siano recintati in modo da impedire ai cani stessi di raggiungere le persone che transitano sulla strada”.

Anche per quanto riguarda gli strumenti di pulizia l’ordinanza obbliga i proprietari dei cani accompagnati in luoghi pubblici  “a munirsi, esibendo su richiesta degli organi di vigilanza, di kit per la pulizia o altra idonea attrezzatura, per l’eventuale raccolta delle deiezioni solide degli animali”. Inoltre viene imposto ai proprietari “di provvedere all’immediata rimozione delle deiezioni solide del cane facendo uso dei suddetti strumenti, riponendo i sacchetti utilizzati, ben chiusi, negli appositi cassonetti per la raccolta degli rifiuti solidi urbani collocati lungo le strade cittadine”.

L’ordinanza contiene anche più severi obblighi comportamentali. È necessario per esempio l’adozione del guinzaglio (con dimensioni e caratteristiche proporzionate alla tipologia di cane) o la museruola in caso di rischio per l’incolumità di persone  o animali o su richiesta della autorità competenti. E’ vietato affidare cani a persone non in grado della loro corretta gestione o introdurli negli edifici comunali aperti al pubblico, nei giardini e parchi pubblici, nonché nelle aree attrezzate adibite a gioco comunque delimitate, ad eccezione dei giardini pubblici di Piazza Vittoria lato Via dei Filosofi, dove i cani possono camminare lungo i vialetti pedonali e in Piazzetta Porta San Lorenzo. È vietato inoltre detenere gli animali in condizioni incompatibili con la loro natura, tali da poter causare sofferenza agli stessi o da poter esaltare la loro aggressività.

Ai comportamenti che violano l’ordinanza si applicano le sanzioni previste dalle norme di legge che disciplinano le rispettive materie. Per le violazioni alle disposizioni contenute nella presente ordinanza, ove non previsto per legge, si applica la sanzione amministrativa pecuniaria da € 25,00 ad € 500,00 ai sensi dell’art. 7 bis del D. Lg.vo n° 267/2000, oltre all’immediato ripristino dello stato dei luoghi in caso di imbrattamento del suolo pubblico e/o aperto al pubblico.