Ati3 Monitoraggio

Atlante dei prodotti tipici

archeologia dell’acqua

NEWS per categoria

Calendario News

dicembre: 2016
L M M G V S D
« Nov    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Link al vecchio sito

ATO Umbria 3
ATO Umbria 3

Spoleto – IN BICI DA PARIGI A ROMA IN 72 ORE

L’azienda spoletina Ala Racing S.r.l. sarà partner del ciclista romano Omar Di Felice

Ci sarà anche Spoleto nella prossima impresa sportiva di ultracycling che vedrà il ciclista Omar Di Felice impegnato nella Parigi-Roma nonstop.

L’evento è stato presentato questa mattina a Palazzo comunale alla presenza del sindaco Fabrizio Cardarelli, del presidente del Comitato regionale umbro della Federciclismo Carlo Roscini e dei titolari della società spoletina Ala Racing S.r.l. (Fausto Duranti, Piero Gallinella e Luca Lionetti) che ha siglato un accordo di partnership con l’atleta romano.

“Abbiamo deciso di legare il nostro nome a quello di Omar – sono state le parole di Fausto Duranti – perché riteniamo che il suo valore umano e sportivo possa essere nel tempo un valore aggiunto per la nostra società. Siamo nel settore del ciclismo da molto tempo e garantire la fornitura di prodotti per imprese sportive come quelle di Omar rappresenta un’occasione di visibilità internazionale molto interessante”.

Nello specifico Ala Racing S.r.l. metterà a disposizione di Di Felice gli indumenti dell’azienda norvegese Brynje, di cui è distributore esclusivo in Italia, molto conosciuta tra gli appassionati di sport estremi. L’ultracycling, infatti, rientra proprio in questa categoria e comprende sia le prove a partire dai 300 km in su, quelle di durata (12-24-48h), sia le corse che si sviluppano su tracciati di oltre 1000 km.

“La Parigi-Roma nonstop sarà una avventura sportiva molto particolare – ha spiegato Di Felice nel corso dell’incontro – perché avrò appena 72 ore di tempo per coprire una distanza di circa 1600 km e sarò costretto a dormire per non più di 20 minuti per volta per riuscire a rispettare i tempi che mi sono dato. Partirò dalla Torre Eiffel il 26 febbraio e, passando per le Alpi, Torino, le Cinque Terre e Firenze, dovrei arrivare a Roma nel giro massimo di tre giorni”.

“Non si può non ammirare storie come queste – ha dichiarato il sindaco Cardarelli – sia dal punto di vista sportivo, perché si tratta di prove fisiche non certo comuni che richiedono una forza mentale e una passione incredibili, sia per quanto riguarda l’aspetto imprenditoriale. Vedere infatti, anche in un momento particolarmente difficile come questo, aziende del nostro territorio cercare nuove strade e collaborazioni per tornare a crescere e svilupparsi, non può che ricevere il nostro plauso e il nostro incoraggiamento”.

“La notizia di questo accordo l’ho accolta con grande piacere – ha aggiunto il presidente Roscini – Innanzitutto perché lega il nome di un atleta molto conosciuto nella sua disciplina ad una azienda umbra che lavora molto bene e da lungo tempo nel campo del ciclismo; secondo perché in Umbria, dove il movimento ciclistico è molto diffuso, seguire da vicino imprese sportive come questa non può che aiutare e interessare anche i tanti ragazzi appassionati di questa disciplina”.