Ati3 Monitoraggio

Atlante dei prodotti tipici

archeologia dell’acqua

NEWS per categoria

Calendario News

ottobre: 2020
L M M G V S D
« Feb    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Link al vecchio sito

ATO Umbria 3
ATO Umbria 3

Intervista a Gino Emili, Sindaco di Cascia

1.      Quali sono al momento i problemi più importanti del Comune da Lei guidato?


Quelli economici, mi sembra una risposta scontata. Politici non ce ne sono.


2.      Quali iniziative sono in corso e quali intendete predisporre per la soluzione di tali problemi?


Particolari no, quelle di sempre, attenti alle spese, cercando di mantenere i servizi, non aumentando la pressione fiscale, ma ho ritenuto opportuno non farlo, ma forse l’anno prossimo ci tocca


3.      Perché è importante che la gestione dell’acqua resti pubblica nell’ambito ATI 3?


E’ un bene essenziale, non naturale perché devi farci il servizio sopra. Non può esserci un interesse particolare da parte dei privati. Pubblico va più incontro alla esigenze della comunità. Un privato può fare senz’altro più speculazione.


4.      Si vocifera di un ATO unico regionale: come vede il rischio che i cittadini del nostro territorio vadano a pagare molto di più per acqua e rifiuti, come accade a Perugia e Terni?


Non credo sia una buona soluzione, diventerebbe un ambito un po’ troppo grande, non sarà così semplice da mettere in piedi. La dimensione attuale la vedo migliore anche come dimensioni.


5.      Entro il 31 dicembre 2011 dovrà essere approvato il Piano d’Ambito ed espletata la gara per la gestione dei rifiuti dell’ATI 3. Quale gestione e/o socio privato si auspica?


Il privato più sta fuori meglio è, poi se la legge lo impone dovemmo adeguarci.


6.      Ci sveli qual è una cosa del Suo Comune di cui è particolarmente orgoglioso.


Prima di tutto di essere concittadino e al tempo stesso custode di Santa Rita, amata e venerata a livello mondiale. Riuscire a dare un’accoglienza abbastanza buona. Siamo un Comune particolare sotto questo aspetto, credo di aver organizzato i servizi per tutti coloro che visitano la città. E poi sono tre anni che non alziamo le tariffe nonostante le tante problematiche ci sono.


7.      Ci sveli ora invece qual è una cosa, sempre del Suo Comune, di cui non va orgoglioso.


Nettezza urbana. Qui dobbiamo intervenire ed avviare il discorso della raccolta differenziata, spero ad inizio 2011.


8.      Cosa manca alla Sua città?


Se dovessi essere sincero manca un parcheggio idoneo vicino all’edificio scolastico. Di parcheggi ce ne sono tanti, alla scuola abbiamo dato tanti spazi, ma il parcheggio manca, una delle cose su cui l’anno prossimo dovremmo lavorare.


9.      Che desiderio ha per la Sua città?


Di renderla sempre più accogliente e che riesca a stare collegata con tutto il territorio del comune con i comuni limitrofi.


10.  Invii un messaggio ai Suoi cittadini.


Può essere quello di essere a disposizione per qualsiasi suggerimento e critica per affrontare qualsiasi problematica.