Ati3 Monitoraggio

Atlante dei prodotti tipici

archeologia dell’acqua

NEWS per categoria

Calendario News

ottobre: 2020
L M M G V S D
« Feb    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293031  

Link al vecchio sito

ATO Umbria 3
ATO Umbria 3

Intervista ad Andrea Reali, Sindaco di Castel Ritaldi

1.      Quali sono al momento i problemi più importanti del Comune da Lei guidato?

 

Senza ombra di dubbio la ristrettezza di risorse sul Bilancio corrente.


2.      Quali iniziative sono in corso e quali intendente predisporre per la soluzione di tali problemi?


Sono in corso investimenti che possono generare nuove entrate e forti tagli sulle uscite seppur già estremamente contratte.

 

3.      Perché è importante che la gestione dell’acqua resti pubblica nell’ambito ATI 3?

 

Perché è un bene fondamentale per i cittadini, non ci dimentichiamo che il principale motivo per cui oggi si vive meglio e di più è da ricondursi all’avvio dell’acqua nelle case, sarebbe un errore storico lasciarla nelle mani dei privati.

 

4.      Si vocifera di un ATO unico regionale: come vede il rischio che i cittadini del nostro territorio vadano a pagare molto di più per acqua e rifiuti, come accade a Perugia e Terni?

 

Il vero problema è far funzionare i gestori e saperli ben controllare non è un problema di dimensioni, come Sindaco non sarò certo disponibile a diluire le mal gestioni degli altri a scapito dei miei cittadini.


5.      Entro il 31 dicembre 2011 dovrà essere approvato il Piano d’Ambito ed espletata la gara per la gestione dei rifiuti dell’ATI 3. Quale gestione e/o socio privato si auspica?

 

Anche qui non è un problema di quale gestore ma di quale Piano d’Ambito metteremo in gara.


6.      Ci sveli qual è una cosa del Suo Comune di cui è particolarmente orgoglioso.

 

Aver scommesso sull’infanzia, poiché significa credere nel futuro.


7.      Ci sveli ora invece qual è una cosa, sempre del Suo Comune, di cui non va orgoglioso.

 

Non essere riusciti a sollecitare una lungimirante imprenditorialità locale.


8.      Cosa manca alla Sua città?

 

Una variante stradale che renda più sicure le frazioni sulla Tuderte.


9.      Che desiderio ha per la Sua città?

 

Che le nuove generazioni possano stare meglio delle precedenti.


10.  Invii un messaggio ai Suoi cittadini.

 

Siate ottimisti perché la storia ci insegna che da ogni crisi si esce con delle conquiste importanti, ma no alle scorciatoie, non ti fanno mai arrivare alla vera meta.